The Syrian Civil War: Even Its Most Uplifting Moment Is Controversial

Even the most brutal wars feature flickers of common humanity. Late last year, I wrote about World War I’s famous “Christmas Truce,” when tens of thousands of soldiers on the Western Front marked the holiday by ditching their weapons, emerging from the trenches, and fraternizing in No Man’s Land. On Monday, Syria may have had its own Christmas Truce moment—with the emphasis on may.

Reuters has released photos from the bombed-out, long-besieged, rebel-held town of Babila, just six miles south of Damascus, where a local ceasefire came into effect this week. The striking pictures show pro-government and opposition forces, who are currently locked in a three-year-old conflict that has left more than 130,000 people dead, mingling, embracing, and laughing together.

But even here, the bitter civil war has intruded on the heartwarming scene. The images were taken during a guided tour for journalists by the Syrian military. And Reuters reports that pro- and anti-government figures have expressed outrage about the show of goodwill, with some opposition fighters in the Damascus suburbs arguing that the pictures were staged and that the rebels depicted “were actually pro-Assad militias dressed to look like opposition fighters. Others claim the interactions were authentic. “[T]here was no way to confirm the identity of those photographed,” the news agency notes.

Read more. [Image: Khaled al-Hariri]

new: The Brian&Barry Building Sanbabila: Pasquale Bruni inaugura il nuovo shop in shop, le foto

New Post has been published on http://www.italyanstyle.com/moda-fashion/the-brianbarry-building-sanbabila-pasquale-bruni-inaugura-il-nuovo-shop-in-shop-le-foto/

The Brian&Barry Building Sanbabila: Pasquale Bruni inaugura il nuovo shop in shop, le foto

New opening per il marchio di gioielleria italiano Pasquale Bruni, che oggi ha svelato al pubblico il suo shop in shop situato al secondo piano della nuova factory di luxury shopping experience The Brian&Barry Building Sanbabila. Continua a leggere The Brian&Barry Building Sanbabila: Pasquale Bruni inaugura il nuovo shop in shop, le foto…Commenta »

Watch on syrianfreedomls.tumblr.com

14/10/12

#Syria, Damascus - Babila | | ((important for the media)) smoke as a result of shelling of residential buildings in the neighborhood Slykh tanks shelled al-Asadi

Eddai, non dire così! Perché poi io ti potrei proporre, che so, ore 00.00 in San Babila per una corsetta notturna in pigiama lungo il quadrilatero della moda! Altro che alternativi, ci arrestano, però sarebbe figo! carot-ene

Pranzo con vista

Obikà - Terrazza Rinascente, Piazza Duomo

Ogni tanto bisogna farsi un regalo.

Bisogna volersi bene, concedersi qualcosa che, anche se all’apparenza fuori portata per il nostro stile di vita o per il nostro portafogli, fa sicuramente bene all’umore.

La giornata di ieri, domenica, è stata una di quelle giornate calde milanesi che non ti aspetteresti mai a settembre… soprattutto dopo un’estate che non si può nemmeno definire tale.

Una passeggiatina in zona Duomo-San Babila era d’obbligo, soprattutto perché avevo degli acquisti importanti da fare.

Dopo un infinito Sali-Scendi sulle scale mobili della Rinascente, alternandoci tra design, oggetti inutili per la casa e cibi da tutto il mondo, era prevedibile che un po’ di acquolina si facesse sentire.

Colta da un irrefrenabile voglia di sentirmi vip, ma anche da un incontenibile appetito, ho proposto al mio paziente accompagnatore un pranzo sulla terrazza della Rinascente, per provare cibi diversi e gustosi e godere della vista del Duomo, panorama senza prezzo.

Abbiamo quindi preso un tavolino da Obikà, sul lato sinistro della terrazza.

Un venticello fresco e gradevole rendeva ancora più piacevole la nostra permanenza, mentre sfogliavamo il menù strabuzzando gli occhi per le numerose prelibatezze; nell’attesa, un cestino di grissini, pane e focaccia ci intratteneva simpaticamente.

La scelta, dopo non pochi minuti di indecisione, è ricaduta su un assaggio di diversi tipi di mozzarelle: mozzarella di Paestum, dal gusto delicato e dolce, e mozzarella affumicata, per quello sprint in più che ogni tanto ci vuole. L’antipasto ci è stato servito su un letto di foglie di basilico, accompagnato da pomodorini datterini succosissimi e olive secche e saporite.

image

Abbiamo accompagnato il tutto con un buon calice di vino rosso toscano, abbastanza forte, come abbiamo riscontrato in seguito.

È venuto poi il momento del piatto forte: la pizza.

La nostra scelta è ricaduta su: pizza con ‘nduja e stracciatella di burrata, e pizza “pomodorino biologico”, con salsa di pomodoro biologico (appunto), mozzarella di bufala, stracciatella di bufala, grana di bufala e basilico.

image

Ma che ve lo dico a fa’?

Un exploit di sapori, una pizza diversa dalle solite, sia per quanto riguarda l’impasto che per il sapore degli ingredienti. Quel tocco gourmet che ogni tanto ci vuole e che ti fa sentire un intenditore anche quando sei semplicemente una buona forchetta!

Gustato il tutto, abbiamo goduto ancora un po’ del bel freschetto e della vista e poi ci siamo avviati verso la cassa.

Ok, eravamo preparati all’idea di spendere un po’ di più… ma, considerato il presidio slow food e la qualità dei cibi, direi che il prezzo era decisamente proporzionato.

Se avete voglia di regalare emozioni ai vostri sensi, sapete dove andare!

Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video