amo

Amo.

Amo la primavera.
Amo i primi boccioli di marzo.
Amo la sabbia fra le dita.
Amo l’eleganza dei gatti e l’affetto dei cani.
Amo gli occhi delle persone.
Amo le risate spontanee.
Amo la cioccolata calda nelle fredde notti invernali.
Amo gli abbracci lunghi una vita.
Amo il mare.
Amo la montagna.
Amo il mare in inverno e la montagna d’estate.
Amo veder scendere la prima neve.
Amo la natura.
Amo guardare film tutta la notte.
Amo parlare con te tutta la notte.
Amo leggere.
Amo l’odore dei vecchi libri.
Amo il calore di casa.
Amo trovare in radio la mia canzone preferita.
Amo prendere buoni voti solo se veramente meritati.
Amo le persone altruiste.
Amo chi ha sempre la forza di andare avanti nonostante le difficoltà.
Amo il caffè.
Amo i prati.
Amo la mia città.
Amo appisolarmi sul divano.
Amo mangiare cioccolato e patatine fritte.
Amo le fragole.
Amo l’estathe.
Amo l’odore che lascia la pioggia.
Amo il rispetto.
Amo i logorroici.
Amo sentire che qualcuno si preoccupi ogni tanto per me.
Amo l’amore.

Forse dovrei cominciare ad amare anche me.

Como olvidarme de aquel día en el cual me besaste por primera vez
Como olvidar la sensación del universo explotar entre nuestros alientos al chocar, como las mariposas en nuestros estómagos nos elevaban hasta el cielo y nos hicieron desear nunca bajar, ¿como olvidarte? si con ese beso te robaste mi corazón.
—  Fernando Ananá
E por mais que eu deseje você aqui, o nosso tempo terminou cada um esta indo para um lado, e o nosso final chegou e eu sei que vou sentir sua falta para sempre, e quem sabe você sinta a minha em algum momento, mas todos chegamos no momento em que temos que partir, eu ainda não sei se fui eu que disse adeus, ou você que decidiu partir não importa mais quem o fez, o final chegaria de qualquer maneira, eu desejo a você toda felicidade do mundo, e que sua nova vida, seja muito muito melhor que a outra, seja feliz, seja você ontem, hoje e sempre. Então vá em frente, adeus!
—  Então vá em frente, diga adeus
Tu non sei i tuoi anni, nè la taglia che indossi, non sei il tuo peso o il colore dei tuoi capelli. Non sei il tuo nome o le fossette sulle tue guance, sei tutti i libri che hai letto, e tutte le parole che dici, sei la tua voce assonnata e ogni lacrima versata, sei le canzoni urlate così forte, quando sapevi di essere tutta sola, sei anche i posti in cui sei stata e il solo che davvero chiami casa, sei tutto ciò in cui credi, e le persone a cui vuoi bene, sei le fotografie nella tua camera e il futuro che dipingi. Sei fatta di così tanta bellezza ma forse tutto ciò ti sfugge da quando hai deciso di esser tutto ciò che non sei
—  Ernest Hemingway